facebook logo buttoninstagram logoyoutube logoTwitter

 

LA VITE E' UNA COSA MERAVIGLIOSA - QUEI ROSSI MARCHIGIANI INASPETTATI

Quei rossi marchigiani inaspettati

Andrea Cuomo -

Conti degli Azzoni è le Marche che non ti aspetti. Quelle dei rossi più che dei bianchi. Già, perché l'azienda della famiglia Conti Carradori, dove si fa vino dal Quattrocento ma solo dagli anni Novanta del Novecento con convinzione e oggi condotta dai fratelli Aldobrando, Filippo e Valperto (con nomi così può essere una cosa qualsiasi?), dà il meglio di sé, in una regione dominata dal Verdicchio, con il Passatempo che noi abbiamo assaggiato nell'«edizione» 2011: un Marche Rosso Igt da uve Montepulciano in purezza coltivate nella vigna omonima, la più antica dell'azienda, sul Monte Carnevale. Fa diciotto mesi in legno e poi altri due anni in bottiglia: un vino pieno, evoluto, sontuoso, con sentori di frutti di bosco e tabacco, che per noi è tra i più interessanti rossi marchigiani. Ma Conti degli Azzoni, 850 ettari coltivati, dei quali 130 vitati, tutti a due passi dalla Recanati leopardiana, e circa 60mila bottiglie prodotte l'anno, è tanto altro. È il Ribona, dal vitigno omonimo. È il Rosso Evasione, vino semplice ma non sempliciotto di grande beva. Sono il Merlot, il Merlot Riserva, il Sangiovese.È il Rosso Piceno che nella vendemmia 2013 si esibisce suadente e fruttato. Tra i bianchi un tropicale Grechetto, un Sauvignon e uno Chardonnay. E poi lo sfizioso metodo Charmat Beldiletto, ottimo per un aperitivo tra amici. La famiglia Conti Corridoni però non si ferma agli «ermi colli» marchigiani e possiede anche altre due tenute in altre zone dell'Italia: Conte Aldobrando in Toscana, Conti degli Azzoni nelle Marche e Conti Riccati in Veneto, dove si producono alcuni Prosecco di buona qualità.

| Lunedì, 08 Gennaio 2018 11:28
Pubblicato in News & Eventi

IMPORTANTI VITTORIE PER LA CANTINA CONTI DEGLI AZZONI AL AWC VIENNA

Importanti vittorie per la cantina Conti degli Azzoni al AWC Vienna con il Passatempo 2011 e il Colli Maceratesi Rosso 2008

Montefano (MC) – Conti Degli Azzoni, azienda di lunga tradizione vinicola, ubicata nel cuore delle Marche, continua a collezionare importanti riconoscimenti vincendo due medaglie d'oro all'AWC Vienna, un importante concorso enologico internazionale. 

L'IGT Marche Passatempo 2011, un rosso intenso, dal profumo pieno e complesso con note di frutta e tabacco, che si amplia in un gusto corposo, armonico e complesso, insieme al Conte Roberto 2008, dal colore rosso rubino con rifessi tendenti al granato, presenta un gusto intenso, corposo e persistente, sono stati riconosciuti per la loro eccellenza.

“I successi ottenuti nei concorsi enologici - afferma Filippo degli Azzoni - sono il risultato dell'impegno che mettiamo nel nostro lavoro. Essere riconosciuti a livello internazionale come eccellenza del made in Italy è una grandissima soddisfazione per la nostra Azienda e che ci aiuta sempre di più a conquistare i mercati esteri”.

L'inestimabile sistema di degustazione alla cieca, unito a rigide linee guida di degustazione, fanno di AWC Vienna una delle più sofIsticate degustazioni di vini e una delle più prestigiose competizioni vinicole internazionali. Tutti i vini sono degustati in modo anonimo presso l'Höhere Bundeslehranstalt e il Bundesamt für Weinbau a Klosterneuburg e classifIcati secondo lo schema internazionale a 100 punti. La giuria di esperti di AWC Vienna è composta da enologi nazionali e internazionali, analisti del vino, sommelier, ristoratori, rivenditori specializzati e giornalisti specializzati. L'AWC Vienna stabilisce gli standard più elevati per soddisfare le crescenti richieste mondiali di qualità del vino. Lo scorso 29 ottobre, la "Gala Night of Wine 2017", la solenne conclusione di questa entusiasmante competizione, è stata debitamente celebrata nel municipio di Vienna con diverse migliaia di ospiti austriaci e internazionali. Tuttavia, l'attenzione si è concentrata sui produttori di successo di ogni parte del mondo.

Il crescente interesse internazionale, l'AWC Vienna, nel suo nono anno di esistenza, ha mantenuto le sue enormi proporzioni nonostante la forte competizione internazionale: 12.615 vini provenienti da 40 nazioni di tutti e cinque i continenti hanno accettato la sfda di farsi giudicare nella terra dell'Imperatrice Sissi.

| Mercoledì, 06 Dicembre 2017 11:32
Pubblicato in News & Eventi
Pagina 1 di 9

Il meteo in diretta

Oggi in azienda è nuvoloso

Toscana

Veneto